il network

Mercoledì 12 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


PANDINO

Passatempi mortali nell’ex centrale elettrica dell’Enel

Ragazzi entrano abusivamente: salgono sul tetto per farsi selfie. Il sindaco: «Rischiano la vita e una denuncia, abbiamo già allertato i carabinieri e avvisato la società»

Passatempi mortali nell’ex centrale elettrica dell’Enel

L’edificio di proprietà dell’Enel che un tempo ospitava la centrale elettrica

PANDINO (16 luglio 2020) - Bravate che, oltre ad essere illegali, rischiano di avere tragiche conseguenze: nei giorni scorsi, gruppi di ragazzi, forse composti anche da minorenni, sono stati avvistati sul tetto dell’edificio dell’ex centrale elettrica dell’Enel, all’angolo tra via Circonvallazione e via Castello. Uno stabile ormai in disuso da decenni, circondato da un’ampia area cementata – dove un tempo sorgevano i tralicci della centrale e che oggi è invasa da rovi, erbacce e piante –: a lanciare l’allarme alcuni residenti della zona. «Abbiamo ricevuto segnalazioni da chi abita nella zona – spiega il sindaco Piergiacomo Bonaventi –: con la polizia locale abbiamo già effettuato dei sopralluoghi, ma senza trovare nessuno. Anche i carabinieri tengono d’occhio l’edificio. Nel contempo, tramite l’ufficio tecnico, abbiamo allertato l’Enel. A quanto pare chi entra abusivamente nella proprietà lo fa da un passaggio in via Castello».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

15 Luglio 2020