il network

Mercoledì 08 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Trovato morto in un cantiere, oggi l'autopsia per chiarire il giallo

La moglie è stata sentita per alcune ore, l'esame sul cadavere sarà decisivo per capire la causa del decesso

Trovato morto in un cantiere, oggi l'autopsia per chiarire il giallo

MILANO (30 giugno 2020) - Sarà eseguita nel pomeriggio, all’obitorio di Cremona, l’autopsia sul corpo di Mauro Pamiro, trovato morto ieri mattina in un cantiere edile in via Mazzolari a Crema con una profonda ferita alla fronte che, inizialmente, sembrava potesse essere stata causata da un colpo di pistola. Pamiro aveva 44 anni, era un insegnate di informatica all’Istituto Galilei e anche musicista. Ieri era stata sentita per alcune ore la moglie che, assistita dall’avvocato Mario Palmieri ha ricevuto un avviso per un accertamento irripetibile appunto in relazione all’autopsia. Non è ancora certo se la donna sia stata iscritta nel Registro degli indagati anche solo come atto dovuto. L’esame autoptico servirà a fornire i primi elementi per chiarire quello che assume i contorni di un giallo. Gli agenti del Commissariato di Crema non escludono alcuna ipotesi, dall’omicidio, all’incidente fino al suicidio. Poco il sangue trovato intorno al corpo il che significa che, se Pamiro fosse stato ucciso sarebbe accaduto altrove ad opera di qualcuno che poi avrebbe portato il corpo nel cantiere.

30 Giugno 2020