il network

Mercoledì 08 Luglio 2020

Altre notizie da questa sezione


CORONAVIRUS. LA RIPARTENZA

Crema, il Comitato parenti casa di riposo ha incontrato il sindaco

I referenti: "Sono state elencate una serie di anomalie e situazioni, palesemente in antitesi con le dichiarazioni e le versioni fornite dalla Fondazione Benefattori Cremaschi"

Crema, il Comitato parenti casa di riposo ha incontrato il sindaco

Il sindaco Stefania Bonaldi

CREMA (6 giugno 2020) - Ieri la delegazione del Comitato verità e giustizia, che raggruppa familiari degli anziani ospiti (diversi dei quali deceduti negli ultimi tre mesi) della Fondazione Benefattori Cremaschi, ha incontrato il sindaco Stefania Bonaldi. "Abbiamo portato testimonianze, conoscenze e esperienze - spiegano dal comitato -: sono state elencate una serie di anomalie e situazioni, palesemente in antitesi con le dichiarazioni e le versioni fornite dalla Fondazione su come sia stata gestita l’emergenza Covid all’interno delle due strutture, la rsa Lucchi di via Zurla e l’istituto di riabilitazione di via Kennedy. Una ricostruzione dei fatti, ascoltando la voce di una rappresentanza delle troppe vittime registrate alla Benefattori".
Il comitato ha presentato al sindaco una serie di richieste: "Incontrare i capigruppo consiliari per fa conoscere anche a loro il nostro punto di vista, pur consapevoli di un’indagine in corso da parte della procura. Istituire, così come avvenuto in altri Comuni, una specifica struttura, che possa sovrintendere in modo organico ed integrato a tutte le tematiche legate alle condizioni degli anziani, un vero e proprio ufficio del garante della salute, del benessere e della dignità di queste persone. Qualora fossero accertate, dalle indagini in corso, responsabilità oggettive sulla gestione delle strutture cittadine, l’immediata revoca del cda della Benefattori. Infine la dedica di una via, una piazza o un monumento in città in memoria delle vittime di questa pandemia".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Giugno 2020