il network

Sabato 30 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Università, addio al laboratorio di ricerca

A giugno la fine delle lezioni e il trasferimento definitivo a Milano, lo sfogo del docente Righini: 'I rappresentanti del territorio non sono riusciti a farsi ascoltare'

Università, addio al laboratorio di ricerca

CREMA (5 aprile 2020) - «Il progetto di un centro di ricerca operativa interuniversitario, con offerta didattica, laurea triennale, magistrale, dottorato e reclutamento dei ricercatori non si farà a Crema. Le opportunità ci sarebbero, ma nessuno si sta muovendo e il territorio non ha dimostrato un interesse concreto». L’affermazione, che equivale a un biglietto di addio alla possibilità di salvezza dell’università cittadina, è di Giovanni Righini, docente responsabile dell’OptLab, il laboratorio di ricerca operativa informatica, unico in Italia, dal quale sarebbe appunto dovuto partire il progetto di rilancio. «A giugno termineranno le lezioni di Informatica e a quel punto il trasferimento del corso nella sede della Statale di Milano sarà completato. Anche noi dell’OptLab verremo trasferiti e allora addio all’università di Crema». Uno scenario che purtroppo si era già prospettato, ma sul quale ora sembra non vi siano più dubbi. «I rappresentanti del nostro territorio — afferma Righini — non sono riusciti a farsi ascoltare nelle sedi opportune. Ci vogliono i finanziamenti e questi possono arrivare soltanto dalla Regione Lombardia. Basterebbero 200 mila euro per partire ed essere credibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

04 Aprile 2020