il network

Martedì 31 Marzo 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Case Aler, gli inquilini: 'L’ufficio di Crema sia aperto per tutti'

Consegna obbligata a Cremona dei documenti per l’anagrafe reddituale

Case Aler, gli inquilini: 'L’ufficio di Crema sia aperto per tutti'

CREMA (26 febbraio 2020) - Gli inquilini dell’Aler di Crema e del Cremasco non mollano la presa. Contestano, attraverso il loro portavoce Mario Lottaroli, la bozza di accordo tra Comune e Azienda lombarda per l’edilizia residenziale, frutto di un incontro della settimana scorsa: in merito alla consegna dei documenti per l’anagrafe reddituale, prevista in origine da Aler solo nella sede di Cremona, era stato deciso di consentire ai soggetti cremaschi con difficoltà motorie, invalidità e disabilità, di prendere appuntamento all’ufficio cittadino di via Matteotti. «Siamo delusi e contrariati – commenta Lottaroli – per la piega che sembra abbia assunto la vicenda. La protesta che portiamo avanti da ormai due settimane ha l’obiettivo di tenere aperto lo sportello di Crema per tutti, senza distinzioni. Se si affermasse l’orientamento preannunciato da Comune e Aler, si passerebbe da un servizio che riteniamo comunque lacunoso, ma almeno garantito, a uno da elemosinare a forza di certificati medici o dichiarazioni dei Servizi sociali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

25 Febbraio 2020