il network

Martedì 31 Marzo 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Crisi della cooperativa La Tela, incontro in Comune

Promosso dall'amministrazione comunale, con i sindacati e i rappresentanti della coop

Crisi della cooperativa La Tela, incontro in Comune

Il municipio di Crema

CREMA (12 febbraio 2020) - Questo pomeriggio in Comune si è svolto l'incontro, promosso dall'amministrazione comunale, con i sindacati e i rappresentanti della Coop La Tela, avente ad oggetto la crisi aziendale della cooperativa. Per il Comune erano presenti il sindaco Stefania Bonaldi, l'assessore al Welfare Michele Gennuso e l'assessore al Bilancio Cinzia Fontana.
Il tavolo, che naturalmente non si sostituisce a quello di incontro formale azienda/organizzazioni sindacali che si terrà dopodomani, aveva lo scopo di comprendere più precisamente lo stato dell'arte della situazione, le cause che l'hanno determinata, ma anche i possibili effetti e gli sviluppi futuri.

Le informazioni emerse sono ancora troppo sommarie e sarà necessario un successivo aggiornamento a valle degli incontri ufficiali. Chiaro come si renda necessario e doveroso capire esattamente le sorti di ciascun lavoratore e lavoratrice, esattamente uno per uno, non solo degli attuali 88 per i quali si aprirà il licenziamento collettivo, ma anche di coloro che nei mesi scorsi sono rimasti, a vario titolo, a casa. Questo sia per comprendere le tutele che nell'immediato si possono mettere in campo, sia per uno sguardo, un sostegno ed una soluzione nel medio-lungo termine.

L'amministrazione ha garantito da subito il proprio sostegno con gli strumenti delle politiche sociali, un immediato contatto con la Provincia di Cremona per mettere in campo eventuali strumenti previsti dalle 'politiche attive', e un impegno più politico per un tavolo allargato con le imprese della Cosmesi, anche al fine di sondare possibili risvolti occupazionali per almeno una parte dei lavoratori coinvolti.

Va da sé che gli accadimenti odierni richiamano troppo da vicino quelli del 2013 della Coop L'Alternativa e questo richiede un supplemento di attenzione e una rilettura critica di questa vicenda da parte di tutti gli attori coinvolti, a maggior ragione considerando le tante situazioni di fragilità e marginalità che rischiano di pagare il prezzo più alto. La riunione sarà riaggiornata verosimilmente entro la fine del mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Febbraio 2020