il network

Venerdì 18 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


SPINO D'ADDA

"Soldi buttati": per la Lega non si può spostare il monumento

Il segretario Sinigaglia: «La stele ai Caduti deve stare al suo posto». La Sovrintendenza in passato aveva bocciato progetti analoghi

"Soldi buttati": per la Lega non si può spostare il monumento

SPINO D'ADDA (13 febbraio 2020) - «Così sono soldi buttati in un progetto destinato a non avere un futuro». Luciano Sinigaglia, segretario della Lega ed ex vicesindaco, interviene sull’incarico che il Comune ha affidato allo Studio 77 di Torino, lo stesso che ha progettato la nuova scuola primaria: rivedere piazza XXV Aprile, traslando il monumento ai Caduti. «In giunta dovrebbero saperlo bene: già due volte in passato era stata bocciata dalla Sovrintendenza l’idea di spostare, seppur di poco, la stele e la vicina lapide, per ampliare l’area riservata ai parcheggi... L’idea è giusta e condivisibile, ma perché perseverare su una strada che si sa non percorribile. Si va solo incontro a spese inutili, ovvero quelle relative alla progettazione e i soldi sono quelli degli spinesi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Febbraio 2020

Commenti all'articolo

  • Edgardo

    2020/02/13 - 22:17

    Evidentemente la giunta di Spino non ha altro di meglio di cui occuparsi! E' semplicemente scandaloso che i Caduti, caduti certamente non per volontà loro, non siano lasciati in pace. La Storia serve, anche, a rispettare la nostra Memoria in quanto tale. Sono basito che una giunta di sinistra ( ma cos'è la sinistra.... cantava il grande Gaber ) si permette di cancellare un pezzo molto importante della propria Storia! Mentre i "grandi signori" residenti nei palazzi dorati dei grandi centri storici cacciano le auto, questa giunta incrementa i parcheggi delle stesse. Perché non costruire parcheggi per biciclette, o,meglio ancora, trasformare l'asfalto ed il cemento in verde pubblico? La salute fisica e spirituale ( per gli agnostici uso l'aggettivo mentale ) sarebbe incrementata in larga misura.

    Rispondi