il network

Mercoledì 26 Febbraio 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Studenti a piedi e maxi ritardi

Cancellato il treno per Crema, tra le stazioni di Treviglio e Capralba, forti disagi anche sui diretti per Milano: apprensione per un investimento lungo la linea cremasca: errata comunicazione sul portale di Trenord

Studenti a piedi e maxi ritardi

CREMA (28 gennaio 2020) - Che confusione. Non bastassero i cronici ritardi sulla linea ferroviaria, che hanno creato pesanti disagi ai pendolari, con ritardi soprattutto per gli studenti, ieri intorno alle 7 si è verificato un disguido sul sistema di informazione online di Trenord, società che gestisce i treni della Cremona-Crema-Treviglio-Milano. Il regionale 10453, previsto in partenza alle 7,07 dalla cittadina bergamasca è stato cancellato nel primo tratto, lasciando dunque a piedi i viaggiatori – tra cui molti ragazzi che frequentano le superiori di Crema – che vivono a Caravaggio e Capralba. Sin qui, purtroppo, niente di nuovo: a creare apprensione è stata la notizia che la decisione fosse stata presa a causa «dell’investimento di una persona, così da permettere i relativi accertamenti da parte delle autorità competenti». Lo spettro di una tragedia sui binari, avvenuta tra Treviglio e la stazione di Casaletto Vaprio, ha aleggiato per un quarto d’ora. Fortunatamente, come poi confermato da Trenord, si era trattato di un errore umano degli incaricati ad aggiornare il portale: la cancellazione del treno c’era, ma non l’investimento, avvenuto invece sulla linea Stradella-Pavia-Milano, all’altezza della stazione di Broni. Una ventina di minuti dopo il primo lancio, l’informazione è stata corretta. Nel frattempo, però, centinaia di pendolari avevano visualizzato il messaggio pubblicato sul sito di Trenord: inevitabile pensare che con la linea bloccata a lungo – come avviene sempre in questi casi – sarebbero saltati i collegamenti in entrambe le direzioni. Alcuni viaggiatori hanno dunque optato per un mezzo di trasporto alternativo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

27 Gennaio 2020