il network

Mercoledì 11 Dicembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Terremoto in Albania, il vescovo: 'Aiutiamo le diocesi gemellate con noi'

Appello di monsignor Gianotti, Caritas mobilitata

Terremoto in Albania, il vescovo: 'Aiutiamo le diocesi gemellate con noi'

CREMA (29 novembre 2019) - «Aiutiamo l’Albania a fronteggiare il dramma post terremoto che sta vivendo in questi giorni, aiutiamola a non perdersi d’animo, facciamo il possibile perché anche questo evento non metta definitivamente in ginocchio un paese così fragile, non tolga definitivamente la speranza alla sua popolazione, in particolare ai suoi giovani». A lanciare l’appello è il vescovo Daniele Gianotti, che con il suo invito ha subito spinto la Caritas diocesana a promuovere una raccolta fondi, che saranno destinati a sostenere progetti realizzati in accordo con la Caritas dell’Albania. Chi intende aderire può recarsi negli uffici della Caritas, situati presso la curia vescovile di piazza Duomo, oppure effettuare direttamente un bonifico sull’Iban IT5 8G0 3069 09 606 10000 0128448 indicando come causale Emergenza terremoto Albania. «La nostra diocesi – fa osservare il vescovo – ha un rapporto particolare con due diocesi albanesi, quelle di Scutari-Pult e di Sapä, entrambe situate nel nord del Paese. Anche nell’estate dell’anno scorso la nostra pastorale giovanile e la Caritas hanno realizzato iniziative di sostegno e di collaborazione, soprattutto a favore dei giovani. Quando ho incontrato i vescovi di queste due diocesi, l’arcivescovo Angelo Massafra, presidente della Caritas nazionale albanese, e Simon Kulli, che è anche un amico mio personale, ho percepito la loro grande preoccupazione per la fragilità del loro paese sotto tanti aspetti. Questa fragilità ha provocato, negli ultimi anni, la forte ripresa dell’emigrazione, soprattutto giovanile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

29 Novembre 2019