il network

Lunedì 18 Novembre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA & CREMASCO

Maltempo, allagamenti di scantinati e strade. Disagi per il trasporto ferroviario

Alberi pericolanti a Trescore Cremasco, con i vigili del fuoco impegnati nella messa in sicurezza. In città gravi disagi soprattutto nel sottopasso di San Bernardino. Il comunicato del sindaco Bonaldi

Maltempo, allagamenti di scantinati e strade. Disagi per il trasporto ferroviario

Gli alberi caduti a Trescore Cremasco

CREMA/CREMASCO (21 ottobre 2019) - Alberi pericolanti a Trescore Cremasco, con i vigili del fuoco impegnati nella messa in sicurezza, allagamenti di scantinati e strade, soprattutto nell'Alto Cremasco e disagi per il trasporto ferroviario con i diretti di stamane per Milano tutti con ritardi tra i 20 minuti e la mezz'ora. È il primo bilancio del forte maltempo che da ieri sera imperversa nel territorio, con piogge torrenziali e vento. 

In città gravi disagi soprattutto nel sottopasso di San Bernardino stamane prima dell'alba. Ora la situazione è in via di miglioramento e il tratto è transitabile. Intanto il sindaco Stefania Bonaldi ha emesso il seguente comunicato: "Nel corso della nottata il Gruppo di #ProtezioneCivileLoSparviere ha costantemente monitorato la situazione, con particolare attenzione al livello del fiume Serio e dei ponti. Come da previsioni, il fenomeno temporalesco di questa mattina, fra le 6 e le 7 è stato molto intenso ma in città non si sono registrate particolari criticità, se non l'allargamento del sottopasso di San Bernardino, dove si è intervenuti immediatamente ripristinando la viabilità. I due sottopassi cittadini sono al momento praticabili. Prosegue il monitoraggio del #FiumeSerio, il livello è attualmente sotto controllo, ma agli idrometri a monte si registra in queste ore un non trascurabile incremento, tale da fare supporre una ondata di piena nelle prime ore del pomeriggio. Non si prevede di raggiungere tuttavia il livello di guardia registrato nell'ottobre 2018, il vero motivo di attenzione è rivolto a possibili detriti, in particolare tronchi d'albero, che potrebbero essere rimasti in prossimità dell'alveo a seguito dei fenomeni meteo della scorsa estate, e creare ingombro presso i ponti. Il monitoraggio prosegue". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Ottobre 2019