il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Treni, giorni neri per i pendolari

Ennesima mattina da dimenticare sulla linea per Milano, quasi quotidianamente si susseguono ritardi e cancellazioni

Treni, giorni neri

CREMA (10 settembre 2019) - Un settembre nero e siamo solo ad un terzo del mese: un rientro al lavoro o all’università dopo la pausa d’agosto, che si è rivelato davvero difficile per migliaia di pendolari cremaschi dei treni, in balia ogni giorno da una settimana a questa parte di ritardi, cancellazioni, guasti dei convogli e problemi tecnici lungo la linea che collega Cremona con Crema e Treviglio, per poi proseguire verso Milano. L’ultimo capitolo in ordine di tempo risale a oggi. I primi a farne le spese i passeggeri del diretto 10458 delle 7,20 da Crema per il capoluogo regionale, convoglio che non prevede il cambio a Treviglio e dovrebbe, almeno in teoria, assicurare l’arrivo nella metropoli in meno di un’ora. Invece non è stato così. Il 10458 è rimasto a lungo bloccato nella stazione di Olmeneta, la prima che si raggiunge dopo la partenza da Cremona. I passeggeri di Crema e delle altre stazioni del territorio cremasco hanno dovuto attendere 20 minuti. La mattinata è proseguita con ulteriori ritardi per il convoglio 10462 (partito da Cremona alle 6,52 con capolinea a Treviglio) e per altri treni successivi. Il motivo di questi disagi, stando a quanto comunicato dal servizio informazioni di Trenord, un problema a un passaggio a livello, che ha rallentato la circolazione lungo la linea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Settembre 2019