il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA. TRASPORTI

A Milano via Paullo su una strada ferrata

Rfi pronta allo studio, ma l'assessore regionale Terzi si arrabbia: "Toninelli doveva coinvolgerci"

A Milano via Paullo su una strada ferrata

CREMA (7 settembre 2019) - Non più solo un sogno cullato per decenni, ma un qualcosa di concreto, seppure siamo al primo passo di un cammino lungo e probabilmente tortuoso. Ma un primo passo fondamentale. È il collegamento diretto con Milano, passando per Paullo, su una strada ferrata che potrebbe correre parallela alla ex statale Paullese.
L’ex ministro alle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ne ha parlato — dandone notizia — nella esclusiva intervista rilasciata a La Provincia. Il passaggio fondamentale: «Nell’aggiornamento 2018-2019 del contratto di programma Rfi-Mit, che ho portato al Cipe prima della crisi di Governo e che è stato approvato, ho fatto inserire il finanziamento dello studio di pre fattibilità per una nuova linea che collegherà direttamente le zone di Crema e Paullo con Milano».
E Rfi, oltre a confermare il finanziamento contenuto nel contratto di programma, spiega come si procederà ora. Lo studio di pre fattibilità comporta una serie di approfondimenti che verranno eseguiti dopo che tutti i necessari passaggi burocratici saranno superati. Sostanzialmente verrà valutata quale potrebbe essere l’idea migliore (tracciato compreso), in base ad alcuni parametri. Ovvero Rfi fotograferà la situazione attuale del pendolarismo cremasco, monitorando con quali mezzi oggi viene raggiunta Milano, quante persone ne fanno uso, in che fasce orarie e quali sono i giorni di punta. Dopodiché, una volta acquisti i dati, il tutto verrà valutato per arrivare ad una prima conclusione: se il collegamento ha un senso e se può materialmente essere fatto.
Va detto che dopo anni di discussioni, di tante ipotesi (prolungamento della metropolitana per citarne una, o una abusiva per dirne un’altra) c’è quantomeno la disponibilità economica per avviare uno studio.
L’iniziativa presa dall’ex ministro non è però piaciuta fino in fondo all’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi: «Spiace constatare come l’ex ministro Toninelli, ancora una volta, non abbia coinvolto la Regione in questo percorso. Valuteremo quello che emergerà dallo studio di pre fattibilità. Certo è che sarebbe stato meglio, prima di avventurarsi nell’ennesimo studio, imprimere un’accelerazione sulle partite aperte, a cominciare dal raddoppio della linea ferroviaria Cremona-Mantova».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

06 Settembre 2019