il network

Giovedì 18 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


LA STORIA

In cura per un tumore non rinuncia ai suoi cani: «Sono la mia vita»

Il 48enne cremasco non ha seguito il consiglio dei medici: ha scelto di tenerli anche in queste settimane di chemioterapia

In cura per un tumore non rinuncia ai suoi cani: «Sono la mia vita»

Rufus e Perla

CREMA (13 luglio 2019) - Rufus e Perla sono due splendidi meticci maschio e femmina, rispettivamente di quattro e tre anni. «Sono la mia vita, mai avrei potuto disfarmene, anche a costo di star male io» racconta il 48enne cremasco che sta lottando contro una forma tumorale del sangue. Da alcuni mesi è in cura agli Spedali Civili di Brescia. Prima che cominciasse la chemioterapia, i medici erano stati chiari: «Le tue difese immunitarie si abbasseranno inevitabilmente e sarai più esposto a batterie infezioni, tenere animali in casa è altamente sconsigliato». Lui non ha voluto saperne. «L’ho detto subito sia ai dottori, sia a familiari e amici. Senza Rufus e Perla io non ci sto. Continuo a tenerli al mio fianco, sono legato a loro da un rapporto speciale. Se ne uscirò il merito sarà anche loro». Entrambi gli animali sono stati adottati al canile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Luglio 2019

Commenti all'articolo

  • arcelli

    2019/07/14 - 12:12

    Bellissima storia ed esempio di umanità. Solo chi ama i cani capisce che non sono cose o optionals. Tanti cari auguri al signore affinchè si riprenda e ai due dolci amici

    Rispondi