il network

Venerdì 18 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


CREMA

Benefattori ​​​​​​Cremaschi, plastica addio: si parte dall’hospice

Ultimo atto del cda uscente: via le bottigliette e le stoviglie usa e getta, sperimentazione e accordo con Padania Acque che installerà fontanelle

Benefattori ​​​​​​Cremaschi, plastica addio: si parte dall’hospice

CREMA (13 luglio 2019) - Rivoluzione in chiave ambientale per la Fondazione Benefattori Cremaschi. L’ultimo atto del consiglio d’amministrazione uscente, guidato dal presidente Giovanni Paolo Bertoluzzi, è l’operazione plastic free ovvero l’eliminazione delle bottigliette d’acqua e delle stoviglie usa e getta. Si partirà nelle prossime settimane dall’hospice, il reparto per malati terminali (14 posti letto) al piano terra della struttura di via Kennedy. L’intenzione è quella di procedere per gradi, estendendo poi l’iniziativa anche alla residenza sanitaria assistenziale Camillo Lucchi di via Zurla. L’accordo raggiunto con Padania acque, prevede che la società, che ha in appalto la gestione della rete idrica pubblica nel territorio provinciale, installi due fontanelle: una all’interno dell’hospice, l’altra nell’atrio che confina con gli altri reparti della struttura. Erogheranno acqua refrigerata e micro filtrata sia naturale, sia frizzante. Per ospiti, pazienti, familiari, visitatori e per lo stesso personale, ci sarà dunque la possibilità di bere acqua gratuitamente: basterà portarsi una borraccia o una bottiglietta da riempire. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

13 Luglio 2019