il network

Martedì 17 Settembre 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA. DOPO LA VEGLIA DI PREGHIERA CON I GAY

«Non fermiamoci qua, camminiamo insieme»

Lettera aperta di Alle querce di Mamre, organizzatore della serata col vescovo. E il segretario generale Arcigay Piazzoni: «Il dialogo è l’antidoto alle discriminazioni»

Veglia di preghiera con i gay: «Non fermiamoci qua, camminiamo insieme»

CREMA (13 giugno 2019) - Dopo la polemica, la lettera aperta. «...Perché siamo molto grati per le testimonianze che abbiamo ascoltato, relative a discriminazioni etniche, religiose, psico-fisiche e affettivo sessuali...». A poco meno di una settimana dalla veglia di preghiera ‘Per un mondo senza discriminazioni’, presieduta dal vescovo Daniele Gianotti nella chiesa dell’ospedale Maggiore, è il gruppo organizzatore, Alle querce di Mamre, a diffondere una lettera aperta sull’appuntamento, che aveva scatenato polemiche, con prese di posizione anche dure. Il gruppo si propone infatti l’accompagnamento pastorale delle persone omosessuali e a prendere parte alla serata di riflessione, «in segno di solidarietà», è stato anche il segretario generale dell’Arcigay, il cremasco Gabriele Piazzoni: «Il dialogo — ha commentato ieri al telefono — è l’antidoto alla discriminazione. E il fatto che l’iniziativa sia andata così bene dimostra come le polemiche lascino il tempo che trovano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Giugno 2019