il network

Martedì 25 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMA

Terrore sul bus, in cdm la cittadinanza a Ramy e Adam

Proposta da Matteo Salvini per i due ragazzi della scuola media Vailati che "hanno reso eminenti servizi al Paese"

Terrore sul bus, in cdm la cittadinanza a Ramy e Adam

Ramy Shehata e Adam El Hamami

CREMA (11 giugno 2019) - Arriverà in Consiglio dei ministri questo pomeriggio la proposta di concedere la cittadinanza per meriti speciali a Ramy Shehata e Adam El Hamami, i due ragazzi della scuola media Vailati di Crema che «con il loro coraggioso comportamento erano riusciti a sventare il 20 marzo scorso il tentativo di dirottamento dello scuolabus». Così il Viminale. "Ritengo che i giovani abbiano reso eminenti servizi al nostro Paese», scrive il ministro dell’Interno Matteo Salvini nella relazione che ha accompagnato la proposta di concessione. 

I due ragazzi, si legge nella relazione del ministro, hanno «contribuito, con il proprio gesto di alto valore etico e civico, a sventare la tentata strage, posta in essere il 20 marzo 2019 ai danni di 51 ragazzi sullo scuolabus in marcia lungo la strada provinciale Paullese in San Donato Milanese». Non solo. Salvini consegnerà la medaglia d’oro al valor civile alla scuola media statale Giovanni Vailati perché «con straordinario coraggio ed eccezionale spirito di iniziativa il personale docente e non docente e i 51 studenti fronteggiavano il conducente dell’autobus... allertavano i Carabinieri... e riuscivano a liberarsi... Splendido esempio di generosa solidarietà e straordinaria abnegazione, orientati alla difesa del più alto valore della vita umana».

Per la mamma di Adam El Hamami, la concessione della cittadinanza a suo figlio e a Ramy Shehata, l’altro protagonista del salvataggio della scolaresca, di cui si parlerà oggi in Consiglio dei ministri su proposta del responsabile del Viminale, Matteo Salvini, «sarà un valore per il loro futuro». "Lo dico subito a mio figlio, sarà felicissimo. Tutti e due lo meritano davvero», ha detto la donna all’Ansa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

11 Giugno 2019