il network

Mercoledì 17 Luglio 2019

Altre notizie da questa sezione


STUDENTI RAPITI. IL GIORNO DOPO

Bambini eroi, Ramy e Adam: 'Così abbiamo salvato i nostri amici'

I due tredicenni raccontano il dirottamento del pullman operato dall'autista Ousseynou Sy con a bordo 51 ragazzi, due insegnanti e una bidella

Bambini eroi, Ramy e Adam: 'Così abbiamo salvato i nostri amici'

Ramy e Adam

CREMA - Ramy (origini egiziane) e Adam (genitori marocchini), 13 anni, «la paura di morire» salendo sull’autobus dopo la lezione di educazione fisica; il sospetto che qualcosa non stesse andando per il verso giusto; la prontezza di chiamare i soccorsi e la scelta di far scendere prima i compagni e poi chiudere la fila, in quella corsa che li ha portati in salvo. Danno i brividi, ma raccontano anche di giovani capaci di grandi cose, le testimonianze dei ragazzi che, mercoledì 20 marzo, non hanno esitato nel cercare con tutte le loro forze — riuscendoci — di cambiare il destino deciso per loro dall’autista-dirottatore. Di trasformare il terrore in istinto di sopravvivenza. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

21 Marzo 2019

Commenti all'articolo

  • angelo

    2019/03/22 - 09:09

    Purtroppo non ci sono solo i "buonisti" (?che vuol dire?). ci sono anche i cretini .

    Rispondi

  • Rodolfo

    2019/03/21 - 22:10

    Grazie, buonisti.

    Rispondi