il network

Mercoledì 19 Giugno 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


Lega Pro Seconda divisione

Pergolettese, Firicano esordisce col Rimini

Al Voltini prima gara per il tecnico che ha sostituito Giunta

Jeda, attaccante della Pergolettese

CREMA - C’è il Rimini oggi al ‘Voltini’ per il debutto di Aldo Firicano sulla panchina della Pergolettese. Il nuovo trainer gialloblù chiede alla sua squadra una prova di orgoglio e di sofferenza: «La partita di oggi può essere la chiave della nostra stagione. Se facciamo punti possiamo iniziare a vedere la luce in fondo al tunnel e questo ci può trascinare».Firicano non nasconde tuttavia le difficoltà del momento in casa cremasca: «C’è tanto da fare, ma non si può fare tutto in una settimana; si rischierebbe di andare in confusione. Il cambio di allenatore porta sempre ad un reset. Diciamo che siamo partiti da un punto zero, fermo restando i nostri pregi e difetti. In questa fase, dobbiamo essere bravi ad esaltare i primi e a nascondere i secondi. La partita che ho visto domenica scorsa a Mantova è stata un po’ la cartina al tornasole di questa squadra, che ha dimostrato di poter far bene, ma che ha evidenziato anche dei cali di concentrazione e delle difficoltà ad andare in rete».Il problema principale da affrontare, per Firicano, è la tenuta atletica del collettivo.«Da quel che ho potuto vedere, i problemi a mio avviso derivano dal fatto che troppi giocatori, anche importanti, per via di infortuni precedenti o perché hanno giocato poco, non hanno i 90 minuti nelle gambe. Sto parlando di Jeda, Rizzi, Giovannini, Puccio e dello stesso Tiboni. Quando sono cinque in una formazione, sono tanti. Spero di recuperarli alla forma migliore nello spazio di 15-20 giorni». Assenti gli squalificati Esposito e Zanola e i convalescenti Bertazzoli e Marinoni.

22 Febbraio 2014